Blefaroplastica: tra estetica e funzionalità.

Home » News » Blefaroplastica: tra estetica e funzionalità.
Schermata 2018-02-20 alle 09.55.07

La blefaroplastica è una pratica chirurgica utile per migliorare e/o correggere gli inestetismi delle palpebre. Classificata in superiore, inferiore e completa, essa consente di rimuovere l’eccesso cutaneo e adiposo dalla palpebra superiore e/o inferiore eliminando così tutte quelle cause che vanno ad ostacolare anche la funzione comunicativa della sguardo, facendo così riacquistare sicurezza e stima al paziente che si è sottoposto a tale intervento. Spesso la blefaroplastica non ha solo finalità meramente estetiche (contribuisce infatti a donare luminosità, tonicità all’espressione e dunque al viso) ma anche funzionali: la ptosi palpebrale (palpebre cadenti), congenita o acquisita, potrebbe comportare anche problemi alla vista: infatti essa può essere associata a strabismo o ad un altro disturbo che colpisce la posizione degli occhi o il loro movimento. Posizioni e atteggiamenti posti in essere per ovviare a questo problema, e dunque per “vedere meglio”, possono con il tempo generare altri problemi come ad esempio mal di testa per iperattività del muscolo frontale (per aprire il campo visivo ci si sforza a sollevare le sopracciglia). Pur essendo un intervento molto praticato per gli ottimi risultati a cui porta è bene che esso sia sempre eseguito, alla stregua di qualsiasi altro intervento di chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva, in strutture sicure e da chirurghi specialisti esperti e qualificati.

Comments are closed.


ROMA
NAPOLI
AREZZO
PALERMO
BARI

Numero Verde

Per tutte le richieste di informazione e aggiornamento contattaci GRATUITAMENTE

Contattaci

Nome*

Email*

Messaggio